SIGISMONDO BOLDONI

Sigismondo Boldoni nacque il 5 luglio 1597 a Bellano nella villa, ora in parte incorporata nel Cavallo Bianco, della famiglia da alcuni anni residente a Milano.

Dopo gli studi in quella città si iscrisse all’Università di Padova, alle facoltà di filosofia e medicina, seguendo l’esempio del nonno Nicolò, celebre Protomedico dello Stato di Milano. Nel 1617 diede alle stampe la sua prima opera, il Larius, descrizione in latino del lago di Como.

A seguito di una lite con due dei fratelli che avrebbe portato al ferimento di uno di loro, fu costretto ad allontanarsi dal Ducato di Milano. Fu a Pesaro, ad Urbino e a Roma e qui venne associato all’Accademia degli Umoristi dove ebbe modo di presentare le sue orazioni.

Nel 1621 poté tornare in patria dove ottenne un incarico di insegnamento presso l’Università di Pavia. Nel 1621 pubblicò il poemetto in latino Apotheosis in morte Philippi III in lode del defunto sovrano spagnolo. Negli anni seguenti si dedicò all’insegnamento e alla composizione di alcune opere, tra cui La caduta dei Longobardi, poema completato dal fratello Gio. Nicolò dopo la morte di Sigismondo e apprezzato dal Manzoni. Soggiornò spesso nella villa di Bellano e amò in modo particolare i giardini lungo il Pioverna in vista dell’Orrido.

Nel settembre 1629 fu testimone del passaggio da Bellano dei Lanzichenecchi. A metà ottobre la peste, portata dai Lanzichenecchi, si diffuse a Bellano causando la morte di sessanta persone in meno di tre settimane. Il Boldoni si sarebbe rifugiato a Pagnona.

Nell’inverno del 1629 tornò a Pavia dove morì il 3 luglio 1630, contagiato di peste dal suo sarto. Da giugno a settembre morì di peste più della metà della popolazione di quella città.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
© 2017 – Pro Loco Bellano – P.IVA 03666390137 - Crediti | Regolamento | Privacy Policy | Cookie Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi